sabato 30 aprile 2016

Mini-Me(ow) - reprise

La foto fa un po' schifìo, ho dovuto schiarirla e pastrocchiarla per renderla leggibile, ma il dinamico due coi culoni a strisce non si presta facilmente ad essere immortalato.
 E questo son riuscito a fare.
 Il bottone CSI che metti dentro una foto buia e sgranata e ci tiri fuori un ritratto ad olio non ce l'ho.

 Eccoli, comunque, il Furio e il Mini-me(ow), dopo che il suddetto compare è sbucato a guardare dentro dalla finestra più o meno come aveva fatto il Furio all'inizio.
 Con una faccia che diceva: "oh, e allora, esci a fare un giro?".

 Il che è un bene.
 Se era una faccia da "oh, ma si mangia?" era peggio.

lunedì 25 aprile 2016

primavera calda in arrivo.

 Così dice il Furio Bernacca.

 Ha cominciato a seminare i primi peli in giro già dai primi tentativi abortiti di primavera di metà aprile, ma blandamente.

 Adesso son tre giorni, nonostante il tempo non eccelso e la temperatura che è scesa di botto, che se lo carezzi si alza una nuvola di leggeri pelettini finifinifini, quelli dell'imbottitura invernale.
 Pelettini piumosi che ovviamente sta spargendo ovunque con particolare attenzione a mettersi su pile, lana ruvida o qualsiasi tessuto a cui restino ben bene appiccicati, per la gioia mia e della Mamma che lava.

Sappiatevi regolare: adesso aspettiamo responsi per l'estate.

sabato 23 aprile 2016

Multi(rompi)tasking

Multi aggiornamento:

- Sbrego a sedici pollici: tutto tace.
 O meglio Tutto tace tranne Papà, che non tace MAI: va tutti i giorni dall'Antennista a sapere se è pronto il TV riparato che però magari ne compra uno nuovo.
 Tutti i giorni.
 E l'Antennista è alle prese con la stagione delle parabole spostate dalla neve e quelle bruciate dai temporali, e quindi 'gnà fà a resuscitare il cadavere.
 E ce l'ha lì tutti i giorni.

- Garanutuo: e va e torna e chiede e ne parla al bar (della sua versione astrattista), ma per ora si contenta della ennesima copia del prospetto che già gli avevano dato e ha firmato.

e, New Entry

giovedì 21 aprile 2016

senza paura e inaffondabile

 Io resto convinto che nel Cratere Orbace ci sia stata la consulenza del Papà.
 Vedo qualcosa di familiare in quello che è stato eretto nel Cratere medesimo, il crescendo rossiniano di scalini, muretti, angoli, spigoli, piani buttati a caso e ripresi.

 Il cantiere è stato abbandonato ed è tuttora deserto, in attesa di non si sa che o delle elezioni: tuttavia è nevicato abbondantemente, recinzioni e reti sono state abbattute, e col disgelo è apparsa in bella vista la piscina.

 Che non è una piscina: semplicemente l'impostazione a la modè de Papà ha creato un'area incassata tra muri, muretti e cordoli, che ad un occhio inesperto potrebbe sembrare una vasca come quelle che hanno certi centri commerciali nei corridoi, con la fontanella.
 Invece è semplicemente la teoria del caos edilizio (per non parlare delle infiltrazioni che sono entrate, han gelato quest'inverno e lasciato sfracelli).

 Comunque, c'è 'sta piscina, profonda venti centimetri, piena d'acqua.

sabato 16 aprile 2016

'cidenti al Papà (Boschi)

 Ma porcapupazza, adesso qui mi muoiono un tot di banche e vengono a frangerle a me?

 Intendo, non so se avete seguito le questioni di Banca Etruria, quella di Vicenza e assimilabili.
 Una delle conseguenze minori e surreali è che, decreta di qui e legifera di là, si è passati dalla totale omertà della banca che prende i tuoi soldi e tu speri di rivederli un dì, al vaniloquio.

 La mia banca mi sta bombardando di mail in cui mi si informa di tutto: sette documenti per sapere che mi han pagato in sei col bancomat del negozio, un documento per ogni bonifico, un documento per confermarmi ogni bonifico, un documento per confermarmi che hanno tolto i soldi del bonifico dal conto.
 E i trimestrali in cui mi ricordano tutte le condizioni e tutti i tassi facendolo passare dai soliti sette fogli a diciotto, e il documento di trasparenza che è la cosa meno trasparente dell'universo, e il rapporto secondo le disposizioni della Banca d'Italia.

 E fin qui, pace. Fossero state cartacee, avrebbero abbattuto tre ettari solo per me.
 Ma finché son mail, un'occhiata che tutto corrisponda e via andare.

Se non fosse per il Garanutuo.


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...